AREA II - ARCHIVIO STORICO (ARS)
Capitolo ARS.H09: "Campane e Concerti storici: Regione Lombardia" - Pagina 02

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2008, aggiornati il 01/05/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

Privacy Policy

 

(MI) - Milano - Calvairate: Antiche Campane di S. Maria

 

 

INDICE:

 

Antiche campane della chiesa di S. Maria

   

 Nel volume, conservato negli archivi di S. M. del Suffragio, relativo ai battesimi degli anni 1751 – 1781, è riportata sull'ultima pagina del volume stesso la seguente annotazione:
 

Memoria


L'anno 1778 s'è alzato il Campanile in tutta l'altezza de Pilastri essendo le Campane al luogo ove di preferenza si trova l'Orologio e s'è speso L. 1800 al CapoMastro Bernascone compreso materiale, calcina e maestranza, ecettuata la sabia, che s'è raccolta nella Cura.


La cuppola è opera del Sig.r Crippa scorpelino dirimpetto alli Padri Fatebene Fratelli, e costa L. 800 in opera.


Nel sud(dett)o Anno s'è messo l'Orologio sopra del Campanile, che prima non v'era ed è del Sig.r S. Giusto, e costa L.900 compreso quadrante, pesi, corde e ogni cosa spettante all'Orologio.


L'anno 1779 si è messo sopra il campanile n° 4 campane, essendone in adietro solamente tre.


La prima pesa Rub.i 29            (1 Rubbo milanese = 8,1698 kg) = 236,92 kg    circa SI3
La 2.da pesa Rub.i 43 e P 3     (1 Rubbo milanese = 8,1698 kg) = 351,30 kg    circa LA3
La 3.a pesa Rub.i 67 ½             (1 Rubbo milanese = 8,1698 kg) = 551,46 kg    circa SOL3 calante 25 centesimi di tono
La 4.a Pesa R.bi 85                    (1 Rubbo milanese = 8,1698 kg) = 694,43 kg    circa FA3


Il Mettallo è stato comprato dal Sig.r Clerichetti compadrone della Cornagia, il quale lo fece venire da Genova è costato compresa ogni cosa L. 2007 in ragione di L. 24 al Rub.o di Fattura al Sig B(ernascone ?) essendo a nostro carico il callo s'è pagato L. 2.17.6 per ogni rub.o


Le dette Campane sono state benedette dal R.mo Padre Abate Caled…. della Passione; e s'è contribuito alla Sacrestia L. 30


La prima campana le s'è dato nome Maria Isidorus ed ha scolpite le seguenti parole. "Vox exultazionis et salutis"
La seconda Maria Vincentius con le parole "Libera me ex odientibus mater"
La terza Maria Carolus con le parole "Non me demergat tempestas"
La 4a Maria Ambrosius con le parole "A Fulgore et tempestade libera nos Domine"

Probabilmente qualcosa deve esser andato storto oppure deve aver danneggiato le campane poiché furono rifuse dopo appena vent'anni dalla loro posa, fatto certamente strano per quei tempi.
Sull'ultima pagina (n° 284) del volume dei battesimi del periodo dal 1781 al 1815 son riportate le seguenti annotazioni:

L'anno 1802 si sono fate di nuovo le cinque Campane.
Queste sono state battezzate dal rev.mo Padre Abbate Sessa di S. Vittore nel cortile del Paroco eretto apparato con un posticcio Altare e ciò fu eseguito con appaiati intervento di sacerdoti e con tutta la solennità.
La solennità:


Alla prima campana si sono dati li nomi di Maria Giuseppe; Ambrogio; Carlo.
Alla seconda di Maria; Isidoro; Vincenzo; Luigi.
Alla terza di Maria; Antonio; Gaetano.
Alla quarta di Maria; Barbara.
Alla quinta di Maria;Teresa.


La spesa fu fatta parte di elemosine e parte dalla Chiesa e monta in tutto L 7456:5:- non compresi li travi dati in dono, e le quatro campane che esistevano fatte rifondere oltre le spese di cibaria e vino.


Il fabricatore fu il Sig. Comerio di Malnate.


Furono fabbricate nella fonderia Bonavia in Milano.

 

INDICE

 


Bibliografia


 
Bib-ST-000 - Testo di Ing. Michele Cuzzoni
 
TOP

 

Registri parrocchiali e di Battesimo dal 1577 in poi.