AREA II - ARCHIVIO STORICO (ARS)
Capitolo ARS.G20: "Antiche Famiglie di Fonditori: Regione Veneto" - Pagina 44

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2008, aggiornati il 01/05/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

Privacy Policy

 

 (VR) - Verona - Magister Jacobus - di Nicola Patria

INDICE:

Mastro Jacobus

 

 

Verona, secolo XIV.

 

A Verona esisteva, nel settore della fusione di campane, nel 1370 Magister Jacobus.

 

L’epiteto può sembrare esagerato ma la quantità, la qualità e le dimensioni di campane fuse da questo nostro grande concittadino ne attestano indubbiamente le capacità artistiche, il coraggio ed un carattere aperto alle innovazioni ed alle sperimentazioni. La forma dei suoi bronzi è a “pan di zucchero”, stretta ed alta, tipicamente medievale. Il suono è deciso, brillante ed avvolgente. Sui suoi bronzi una V trifogliata omaggia la sua città.

Si ricordano le sue opere più famose.

La prima misura circa 50 centimetri di diametro ed è tutt’oggi in servizio sullo splendido campanile di Borghetto sul Mincio (Vr).

Un’altra, del peso di 150 Kg, è ancora in attività sulla torre della cattedrale di Verona.

Quella fusa per la torre del Gardello, che ospitò uno dei primi orologi a rintocchi, fu per l’epoca un’opera titanica: il grande bronzo emette la nota Fa3 e pesa 1800 Kg. Il giorno della colata, 25 Luglio 1370, il nostro Jacopo adottò diversi accorgimenti per la buona riuscita del lavoro: la pulizia della parte bassa di bronzo, per rendere più pura la vibrazione, ed una pausa di fusione una volta che il getto arrivò all’altezza delle trecce, allo scopo dare il tempo alla massa bronzea depositata di assestarsi. La bellissima campana si trova al museo di Castelvecchio ed un appassionato non può che provare una forte emozione nel poterla vedere, toccare e contemplare nelle sue dolci forme. Una sicura ammirazione è dovuta al suo audace artefice: il mago delle campane.

 

 

INDICE

 

 

 


Bibliografia


 
Bib-ST-339 - Monografia di Nicola Patria
 
 
TOP