AREA II - ARCHIVIO STORICO (ARS)
Capitolo ARS.G05: "Antiche Famiglie di Fonditori: Regione Emilia Romagna" - Pagina 22

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2008, aggiornati il 01/05/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

Privacy Policy

 

(PR) - Parma: Gavazapo

 

 

 

INDICE:

 

Leonardo Gavazapo

 

 

Parma - post 1481


Fonditore di campane attivo nella seconda metà del XV secolo.

Nel 1453 fuse per la torre civica del Comune di Parma il campanone, detto de tertiis o campanella d’allarme, perché doveva suonare solo in caso di guerra.

Crollata la torre nel 1606, la campana fu rimontata sulla torre del palazzo del governatore tra il 1709 e il 1760. Vi è inciso "Leonardus de Cavazapo de Parma fecit" e il nome dei dodici anziani del Comune.

Vi erano inoltre rappresentati in rilievo dei santi.

Nello stesso anno fornì quella della chiesa di Santa Maria di Bardone e dovette fare causa per essere pagato. L’anno successivo fuse per il monastero di San Giovanni di Parma la campana chiamata la rubiginosa.

Questa, rottasi nel 1760, fu rifusa.

Nel 1481 fornì la chiesa di Sant’Uldarico di Parma di una campana, che si ruppe nel 1780.
 


 

INDICE

 

 

Stefano Gavazapo

 

Parma seconda metà del XV secolo


Fonditore di campane attivo nella seconda metà del XV secolo.

 

INDICE

 

 

 


Bibliografia


 
Nota: FUSORE: Fonditore di campane (1499, dal latino tardo "FUSORE(M)"
 
Bib-ST-000 - Testo di Ing. Michele Cuzzoni
Bib-ST-391 - "Dizionario dei Parmigiani" presso l'archivio storico del Comune di Parma si desumono i principali fonditori operanti in quell'ambito territoriale. Delle campane realizzate e qui nominate, diverse sono andate distrutte o rifuse.
Bib-ST-392 - E. Scarabelli Zunti, Documenti e Memorie di Belle Arti parmigiane, II, 2.
 
TOP