AREA II - ARCHIVIO STORICO (ARS)
Capitolo ARS.G05: "Antiche Famiglie di Fonditori: Regione Emilia Romagna" - Pagina 16

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2008, aggiornati il 01/05/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

Privacy Policy

 

(PR) - Parma: Camattino Giovanni

 

INDICE:

 

Giovanni Camattino

 

 

Parma 1358/1416


Fu uno dei più antichi fonditori di campane della città di Parma, sul conto del quale il Da Erba, nell’Estratto, racconta come essendosi rotta il 22 marzo 1416 la campana maggiore della chiesa di San Giovanni Evangelista, venne rifatta da Maestro Giovanni Camattino, fonditore della vicinia di Sant’Ambrogio, che la terminò (la campana pesava 112 pesi) il 17 dicembre dello stesso anno (così ricorda a pag. 168 il Pezzana nella sua Storia di Parma, tom. II).

È forse lo stesso Giovanni o Giovannino da Parma, fusore di campane che operava nel 1358 in collaborazione con Buondomenico da Parma:

"M.CCC. LVIII. Dompnus Ionanninus: Et. Bonus D.ni.cus: Te. Feceru.t."

(iscrizione che si legge all’intorno della campana maggiore di Rivalta di Lesignano dei Bagni).
 


 

INDICE

 

 

 


Bibliografia


 
Nota: FUSORE: Fonditore di campane (1499, dal latino tardo "FUSORE(M)"
 
Bib-ST-000 - Testo di Ing. Michele Cuzzoni
Bib-ST-391 - "Dizionario dei Parmigiani" presso l'archivio storico del Comune di Parma si desumono i principali fonditori operanti in quell'ambito territoriale. Delle campane realizzate e qui nominate, diverse sono andate distrutte o rifuse.
Bib-ST-394 - E. Scarabelli Zunti, Documenti e Memorie di Belle Arti parmigiane, V, 9, 13 e 15; Enciclopedia di Parma, 1998, 66.
Bib-ST-395 - G.N. Vetro, Dizionario, 1998.
 
TOP