AREA II - ARCHIVIO STORICO (ARS)
Capitolo ARS.F09: "Rassegna di Campanili Storici: Regione Lombardia" - Pagina 07

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2012, aggiornati il 01/05/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

Privacy Policy

 

 

(BG) - Misano di Gera d'Adda: La Torre Campanaria

 

INDICE:

  

 

Notizie storiche

 

Dal libro “Misano di Gera D’Adda – un paese una storia” di Paolo Origgi e Collaboratori, si apprende la storia del Campanile: a pag. 279 si legge che la torre originaria era alta 20 metri col tetto a quattro spioventi; la cella campanaria era disposta a 15 metri e aveva tre piccole campane.

 

Nel 1713 si procedette all’innalzamento della torre che, essendo realizzata con muri a sacco, venne abbattuta fino all’altezza di 4 metri e da questa quota fu realizzata la struttura attuale di mattoni pieni fino all’altezza complessiva di circa 29 metri col tetto in coppi a quattro falde, con la cella campanaria, che sormonta l’orologio, portata a 20 metri d’altezza.

 

Nel 1850 fu ampliato e rifatto il concerto di campane, ad opera della Ditta Crespi di Crema che produsse 5 campane.

 

Durante la II Guerra Mondiale vennero asportate per esigenze belliche le due campane maggiori; dopo la restituzione, nel 1948 furono nuovamente rifuse dalla Ditta Angelo Ottolina di Bergamo nella tonalità di Re maggiore, ottenendo le seguenti campane: Re3, Mi3, Fa#3, Sol3, La3.

 

Nel 1968 la terza campana Fa#3 si staccò dalla cella campanaria precipitando sul tetto della chiesa, distruggendo l’organo e la cantoria.

Tale campana fu nuovamente fissata mediante bulloni che attraversano la calotta della stessa, contestualmente anche le altre campane furono rinforzate mediante l'inserimento di bulloni supplementari (Fare clic qui per la pagina sul rilievo delle Campane).

In questo frangente si realizzarono i nuovi ripiani interni di cemento armato per rinforzare la struttura della torre; il piano di calpestio della cella campanaria fu realizzato in putrelle di ferro e voltini di laterizio ricoperti di calcestruzzo.

 

Negli anni ’70 del XX secolo è stata rifatta la copertura, aggiunto il lucernario e iniziato ma non completato un intervento di consolidamento nel cornicione sotto la copertura.

 

La torre campanaria di Misano di Gera D’Adda, ha origini molto antiche. Infatti, analizzando:

- il paramento murario costituito da mattoni pieni ben cotti, applicati secondo lo schema:

I fila: ½  mattone – ¼ mattone – 1 mattone – ½ mattone – ½ mattone – 1 mattone (ecc.)

II fila: 1 mattone – ½ mattone – 1 mattone – ½ mattone (ecc.)

- la consistenza della calce, di colore giallo brunastro inserita ben all’interno delle fughe

si può tracciare un parallelo con le tecniche di edificazione specifiche della fine del Medioevo, ove erano presenti ancora stilemi gotici nell’elevazione delle mura delle torri.

Pertanto il basamento della torre (fino ad un’altezza di circa m. 4) è databile agli inizi del XV secolo (1400-1420).

Fig. 01 - Il Campanile - Lato Ovest - Verso la facciata della Chiesa

 

Fig. 02 - Il Campanile - Lato Nord-Est - Verso Via Castello

Per il restauro della torre vedere qui.

Per il restauro delle Campane vedere qui

INDICE

 

 

 

 

 


Bibliografia


 
Bib-ST-000 - Testo di Ing. Michele Cuzzoni
Bib-ST-269 - Paolo Origgi e Collaboratori, "Misano di Gera D’Adda – un paese una storia”
Bib-ST-270 - Ricerca storica per il progetto di "Restauro strutturale del Campanile, Consolidamento castello e restauro delle Campane con modifica della loro dinamica", Sannazzaro de' Burgondi, 2012.
Bib-ST-271 - Immagini riprese direttamente da Ing. Michele Cuzzoni, durante il rilievo delle campane.
 
TOP