AREA I - ARTE TECNICO SCIENTIFICA (ATS)
Capitolo ATS.Q03: "Progetti di Restauro e Consolidamento di Campanili realizzati da Ing. Michele Cuzzoni" - Pagina 10

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2015, aggiornati il 01/05/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

 

Privacy Policy

 

 

2014 - Progetto: Campanile di S. Lorenzo - Misano di Gera d'Adda (BG)

 

 

INDICE:

 

Qui il progetto di restauro delle campane.

 

 

Committente:  Parrocchia S. Lorenzo Martire – Via Roma 35 – Misano di Gera D’Adda

Legale rappresentante: Arciprete Don Gianfranco Castelli

 

 

Progettista e D.L. Strutturale: Ing. Michele Cuzzoni  - n. 2148 Albo Ordine Ingegneri Pavia

Progettista e D.L. Artistico: Arch. Emilio Ziglioli - n. 1791 Albo Ordine Architetti Bergamo  

 

Operatori:                                                                 

Impresa edile: MV Construction di Mauro Vailati – Misano di Gera d’Adda

Restauratore: Cocciopesto di Roberto Casula - Bergamo

Ditta di Campane: Roberto Trebino snc di Giorgio Trebino & C. – Uscio (GE)

 

Fig.01 - Campanone a distesa dopo il restauro 

 

INDICE

 

 

 

La struttura del campanile è costituita da cinque parti raggruppate in tre zone distinte (cfr. figura a lato):

Fusto antico (1420). Muratura a vista in laterizi pieni.

Zona I “A”

Lo zoccolo di base (h 121 cm) è ricoperto di calcestruzzo imbibito di umidità ascendente proveniente da Via Castello.

In alcuni tratti le fughe dei laterizi esterni sono corrose o molto scavate.

Non risultano lacune di laterizi, eccetto le rare buche pontaie. È presente una piccola finestra.

La base è utilizzata come ripostiglio; l’intonaco interno, presente a tratti, è decoeso e si sgretola.

Fusto settecentesco (1713). Muratura a vista in laterizi pieni, sia esternamente che internamente.

Zona I “B”

Le fughe esterne dei laterizi sono corrose e scavate e aumentano di frequenza man mano che si sale in quota. La muratura interna è in buono stato.  Al piano 1 c’è una botola ricoperta precariamente.

Mancano le maniglie di aggancio per lo sbarco dalle scale ai piani interni.

Zona II “A”

Le fughe esterne dei laterizi sono corrose e scavate.

La muratura interna è in buono stato.

Zona II “B”

La muratura esterna presenta lacune di laterizi marcatamente lungo il lato nord; le fughe sono molto corrose.

Le buche pontaie sono in buono stato.

Zona III

La muratura esterna presenta gravi lacune di laterizi lungo tutti i lati; le fughe sono molto corrose e mancanti. Le buche pontaie sono in pessimo stato.

I cornicioni e le modanatura di laterizi si sgretolano e cadono a terra.

È presente a tratti un vecchio intonaco fortemente decoeso (forse degli inizi del XX secolo) in cui si scorgono tracce di colore giallo-ocra e rosso mattone.

Fig.02 -  Schema verticale della torre

(lato nord)

La cella campanaria è in condizioni molto precarie e oscilla, durante il moto delle campane, per quasi 7 cm per ogni lato.

Il pavimento della cella non è impermeabilizzato e da esso percola acqua durante le precipitazioni.

I pilastri delle campane sono molto erosi; vi sono alcune tracce di rattoppi in cemento, completamente decoeso, che si stacca insieme ai sottostanti mattoni privi di legante.

I capitelli esterni e il cornicione del sottotetto sono ricoperti di cemento grigio, assai corroso e pericolante. Le campane esercitano un’eccessiva forza orizzontale sulla torre; sono incrostate dal guano dei piccioni. Il castello presenta alcune cedevolezze durante il suono delle campane.

 

INDICE

 

 

 

 

Data

Evento

14-05-2014

Discesa delle campane sul sagrato, rendendo libera la cella campanaria.

Trasporto dei bronzi all’officina della Ditta Trebino – Uscio (GE).

09-06-2014

Inizio lavori di restauro alle strutture murarie.

19-06-2014

1° Sopralluogo Soprintendenza per verificare il degrado della torre.

25-07-2014

2° Sopralluogo Soprintendenza per verificare l’andamento dei lavori.

15-09-2014

Installazione nuovo castello campanario (4 e 5 campana) e restauro della vecchia  incastellatura (1, 2 e 3 campana).

22-09-2014

3° Sopralluogo Soprintendenza per verificare la conclusione dei lavori.

25-09-2014

Termine lavorazioni murarie; abbassamento ponteggi.

03-10-2014

Rientro delle campane restaurate; installazione provvisoria delle stesse su un traliccio sul sagrato per l’inaugurazione (domenica 05-10-2014).

07-10-2014

Installazione campane sulla torre e loro nuova elettrificazione.

10-10-2014

Collaudo della torre.

12-10-2014

Inaugurazione torre restaurata.

 


INDICE

 

 

 

 

1 - Consolidamento murario interno antisismico

La base interna della cella campanaria e il 5° piano orologio interno, zone particolarmente vulnerabili in caso di evento sismico, sono stati trattati secondo il seguente schema di interventi:

 

-      Pulizia di tutta la muratura laterizia.

-      Integrazione laterizi mancanti o eccessivamente corrosi.

-      Applicazione di rete al carbonio antisismica prodotta da Mapei; lato maglia rete = 3 cm.

-      Applicazione betoncino antisismico prodotto da Mapei; caratterizzato da elevata resistenza alle sollecitazioni orizzontali e torsionali.

-      Applicazione rasante per uniformazione superfici, prodotto da Mapei.

-     Tinteggiatura finale in due mani bianco avorio.

 

2 – Stilatura murature interne

I piani interni dal 2° al 4° sono stati trattati secondo il seguente schema di interventi:

 

-      Pulizia di tutta la muratura laterizia.

-      Integrazione laterizi mancanti o eccessivamente corrosi.

-     Applicazione malta di calce da stilatura, prodotta da Mapei.

 

3 – Interventi piano terra interno

Il piano terra è stato interamente scrostato, pulito e reintonacato con intonaco civile bianco successivamente tinteggiato in bianco avorio.

L’antica anta lignea della porta murata che si apriva sul lato ovest è stata lavata e pulita; i ripiani precedentemente utilizzati quale ripostiglio di materiali di pulizia sono stati asportati, disponendo il ricovero dei predetti materiali in appositi armadietti.

Gli antichi ganci di affissione delle corde sono stati puliti e tinteggiati; ad essi sono stati applicati i 4 vecchi battagli delle campane.


4 – Interventi murature esterne

Tutte le murature esterne della torre, da quota 0 al cornicione del tetto sono state oggetto dei seguenti interventi:

 

-      Doppio lavaggio con acqua demineralizzata additivata, con ausilio di microspazzole e spugne naturali.

-      Doppio trattamento con biocida.

-      Scrostamento intonaci cementizi (parte alta cella campanaria e zoccolo di base).

-      Completamento murature ove necessario con laterizi antichi coevi.

-      Ricostruzione murature dei pilastri nord della cella campanaria con laterizi antichi coevi.

-      Completamento murature dei cornicioni ove necessario, con inserimento di mattoni antichi.

-      Intervento a cuci-scuci ove necessario per sostituire i laterizi eccessivamente erosi (zone cella campanaria, orologio e fusto).

-      Consolidamento dei laterizi decoesi o in procinto di espulsione e caduta.

-      Ricostruzione di alcune parti di capitelli ed elementi sporgenti mediante stuccature di restauro.

-      Preservazione e fissaggio di antiche tracce di intonaco e tinte originali presenti sulla facciata degli archi e nell’intradosso degli stessi nella cella campanaria.

-      Stilatura dei giunti e delle fughe (strati di calce tra mattoni) con malta di calce e cocciopesto in proporzione tale da ritrovare lo stesso tipo di impasto originario inteso come granulometria degli inerti e come colorazione.

-      Sostituzione dell’abbaino della copertura con lucernario tipo velux inserito nel livello di falda.

-      Pulizia e verifica dei canali di gronda e dei pluviali.

Sostituzione travi interne lignee della parte alta della cella campanaria.

INDICE

 

 

 

 Struttura in generale
 STATO INIZIALE - 2012  CAMPANILE RESTAURATO  - 12 Ottobre 2014
   
 Fig.03 -  Lato Ovest  Fig.04 -  Lato Ovest
   
   
 Fig.05 -  Lato Nord-Ovest Fig.06 -  Lato Nord 
   
Interventi Zona Orologio 
  PRIMA DEI LAVORI  DOPO I LAVORI  
    
  Fig.07 -  Zona Orologio  Fig.08 -  Zona Orologio 
   
   
  Fig.09 -  Cornicione Zona Orologio  Fig.10 -  Cornicione Zona Orologio
   
Interventi Cella Campanaria 
  PRIMA DEI LAVORI    DOPO I LAVORI  
    
  Fig.11 -  Base pilastro esterno Zona Cella Campanaria    Fig.12 -  Base pilastro esterno Zona Cella Campanaria 
   
      
  Fig.13 -  Base pilastro esterno Zona Cella Campanaria  Fig.14 -  Base pilastro esterno Zona Cella Campanaria 
   
      
  Fig.15 -  Pilastro nord Zona Cella Campanaria  Fig.16 - P ilastro nord Zona Cella Campanaria
   
     
  Fig.17 -  Pilastro nord Zona Cella Campanaria  Fig.18 -  Pilastro nord Zona Cella Campanaria 
   
     
 Fig.19-  Capitello Zona Cella Campanaria  Fig.20 -  Capitello Zona Cella Campanaria
   
     
Fig.21 -  Capitello Zona Cella Campanaria Fig.22 -  Capitello Zona Cella Campanaria 
   
   
 Fig.23 -  Arco Zona Cella Campanaria Fig.24 -  Arco Zona Cella Campanaria 
   
   
Fig.25 -  Arco Zona Cella Campanaria  Fig.26 -  Arco Zona Cella Campanaria 
   
   

 Fig.27 -  Zona Fascia sopra Cella Campanaria Fig.28 e 29 -  Zona Fascia sopra Cella Campanaria 
   
 Interventi Zona Copertura
 PRIMA DEI LAVORI DOPO I LAVORI  
         
 Fig.30 -  Cornicione del tetto  Fig.31 e 32 -  Cornicione del tetto
   
 
 Fig.33 -  Cornicione del tetto Fig.34 -  Cornicione del tetto 
   
   
Fig.35 -  Tetto  Fig.36 -  Tetto
   
Interventi Interni 
 PRIMA DEI LAVORI DOPO I LAVORI  
 
 < >Fig.37 -  Interno: 5° Piano Orologio sottocella Fig.38-  Interno: 5° Piano Orologio sottocella 
   
   
 Fig.39 -  Interno: 5° Piano Orologio sottocella  Fig.40 -   Interno: 5° Piano Orologio sottocella
   
   
 Fig.41 -   Interno: 4° Piano – Accesso sottotetto chiesa Fig.42 -   Interno: 4° Piano – Accesso sottotetto chiesa 
   
   
Fig.43 -    Interno: 3° Piano Fig.44 -    Interno: 3° Piano
   
   
Fig.45 -   Interno: 2° Piano  Fig.46 -   Interno: 2° Piano  
   
   
Fig.47 -   Interno: 1° Piano Fig.48 -   Interno: 1° Piano
   
   
Fig.49 -   Interno: 1° Piano Fig.50 -    Interno: 1° Piano  
   
   
 Fig.51 -  Interno: Soffitto piano terra Fig.52 -  Interno: Soffitto piano terra 
   
   
 Fig.53 -  Interno: Piano terra Fig.54 - Interno: Piano terra 
   
   
 Fig.55 - Interno: Piano terra Fig.56 - Interno: Piano terra 

 

 

INDICE

 

 

 

 

2014-10-12: Campane e S. Messa Solenne - Inaugurazione Campanile Misano di Gera d'Adda (BG)

 

 

 

INDICE

 

 


Bibliografia


Bib-TS-000 - Testo di Ing. Michele Cuzzoni
Bib-TS-523 - Ing. Michele Cuzzoni - "Parrocchia S. Lorenzo - Misano di Gera d'Adda - Campanilee Cella campanaria Restauro 2014 - Relazione" -  Sannazzaro de' Burgondi, 2014
Bib-TS-068 - Nuovo Colombo, Manuale dell'Ingegnere, Ed. Hoepli, 2002
Bib-TS-445 - Prof. arch. C.R. Romeo, (L') Approccio metodologico al progetto di restauro attraverso l'analisi di tre casi studio, Faenza, 1992
 

TOP