AREA I - ARTE TECNICO SCIENTIFICA (ATS)
Capitolo ATS.Q03: "Progetti di Restauro e Consolidamento di Campanili realizzati da Ing. Michele Cuzzoni" - Pagina 03

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2007, aggiornati il 21/04/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

 

Privacy Policy

 

 

2003 - Progetto: Campanile di Passalacqua - Tortona (AL)

 

 

INDICE:

 

Il Restauro della Torre Campanaria - 2003 - Cenni storici

 

Le origini

 

La Chiesa Parrocchiale di Passalacqua era fino al 1595 l’Oratorio privato dei nobili Marchesi Passalacqua. Il Marchese Giovanni Passalacqua – cappuccino – lasciò con testamento rogato Petrazzolo, la somma di 500 scudi di Milano perché l’Oratorio fosse eretto in Parrocchia. L’atto del 1592 fu adempiuto solo nel 1595, per istrumento rogato Asdrubale Cattaneo.

 

INDICE

 

 

I “Diritti” dei Marchesi

 

I Marchesi si riservarono i seguenti diritti fino al 1868, quando il vicino castello e la Parrocchia passarono a Brancaleone Negrone, che vi rinunciò in tale anno.

 

DIRITTI dei MARCHESI PASSALACQUA:

 

1) “Gius – patronato” di diritto di essere avvisati prima che si suonasse il terzo segno della messa festiva, conformandosi il parroco, riguardo all’ora, per quanto era possibile alla comodità della nobile famiglia.

2) I Marchesi dovevano essere inchinati in chiesa prima e dopo ogni funzione a cui intervenivano.

3) I Marchesi potevano ingerirsi negli affari temporali della parrocchia.

4) I Marchesi dovevano essere seppelliti in Chiesa.

 

INDICE

 

 

Il Cimitero

 

Il cimitero, posto dietro al coro, fu donato dal signor Marchese Giovanni nello stesso atto del 1592.

 

INDICE

 

 

 La Canonica e la Torre campanaria

 

Nel 1859 la canonica fu ricostruita dal Rettore Don Cumo e dello stesso anno è il sopralzo del campanile realizzato nella forma attuale.

 

INDICE

 

 

Lavori del XX secolo

 

Negli anni ’60-’70 del XX secolo, il parroco pro-tempore di allora fece realizzare il nuovo pavimento in piastrelle di marmetto nero, eliminando il precedente in cotto.

Contemporaneamente fu eliminato il vecchio Altare Maggiore e parecchi arredi, costruendo l’attuale mensa e Tabernacolo in marmo e onice. Gli scranni del Coro vennero smembrati e costituiscono oggi la sede del celebrante (a destra dell’altare) e quella dei cantori (a sinistra dell’altare). Il vecchio pulpito in noce ottocentesco fu trasformato in ambone.

 

INDICE

 

 

 Nel 2002

 

La chiesa conserva attualmente un pregevole crocifisso in noce con Cristo in cartapesta dipinta (di notevole valore storico ed artistico) di scuola genovese settecentesca in perfetto stato di conservazione. La vasca del Battistero in pietra di granito è anteriore al 1595. La facciata fu rinfrescata nei colori attuali negli anni ’80.

 

 

Il Presbiterio prima dei restauri

Il Tabernacolo prima dei restauri

 

INDICE

 

 

Nel 2008

 

La chiesa è stata interamente restaurata nel 2003, essendo parroco il compianto Mons. Can. Carlo Gomarasca, oriundo di Corbetta (MI), Cancelliere del Vescovo di Tortona, rimodellando all'interno  l'intera area presbiterale, disponendo il Tabernacolo in fondo all'edificio preceduto da una serliana d'onore (arco con due piattabande laterali).

Due fari a basso consumo inondano di luce la Mensa.

All'interno dell'arco della serliana sono stati disposti 5 punti luce a spot. L'effetto finale è di grande solennità.

 

 

Il Presbiterio dopo i  restauri

La Mensa

Il Tabernacolo

 

INDICE

 

 

Il degrado della Torre nel 2002

 

Campanile - Interno cortile

Campanile - Lato su strada

 

 

INDICE

 

 

 INTERVENTI di PROGETTO:  Rifacimento della copertura, scale, intonaci. Manutenzione cella campanaria.

 

 

Rifacimento copertura

 

Mediante utilizzo di autogrù a cestello, si intende sostituire la copertura attuale in latta con altra in rame.

 

INDICE

 

 

Controllo stato muratura inclinata e cornicione

 

 

INDICE

 

Posizionamento nuova copertura

 

 

 

 

 

INDICE

 

Scala del campanile

 

A partire dal piano terra si procede a smontaggio delle vecchie scale marcescenti ed a sostituzione immediata con altre in alluminio. Le condizioni dei pianerottoli intermedi saranno vagliate in opera.

 

INDICE

 

 

Manutenzione cella campanaria

 

Dopo il consolidamento delle scale si contatterà una Ditta specializzata nella manutenzione della cella campanaria. Tale Ditta, utilizzando le proprie tecniche e metodologie dovrà:

INDICE

 

 

Rifacimento intonaci e relativa tinteggiatura

 

Questo intervento riguarda solo la parte di muratura effettivamente danneggiata e posta alla base del campanile (lato est, ove si apre la porta di accesso fino all’altezza esterna di metri 8,00 e lato sud limitatamente al corridoio di passaggio verso l’edificio adiacente fino all’altezza di metri 3,00. Essendo la muratura danneggiata da infiltrazioni di umidità ascendente.

 

INDICE

 

 

 IMMAGINI DAL CANTIERE

 

Guglia

Campana piccola (MI4 Mazzola 1876) di facciata

Ponteggio in elevazione

Cornicione e cella

Bordo Campanone DO4 Mazzola 1876

Ceppo Campanone DO4 Mazzola 1876

Campana RE4 Mazzola 1876 - Lato nord

Vista cella dal lato ovest (retro)

Restauro meccanica

Due dei tre battagli inviati a restauro

Campanone DO4 prima del lavaggio

Con applicazione di sistema elettronico

Seconda RE4 prima del lavaggio

Con applicazione di sistema elettronico

Terza MI4 prima del lavaggio - Con applicazione di sistema elettronico

La torre ultimata

Le campane suonano

 

INDICE

 

 


Bibliografia


Bib-TS-000 - Testo di Ing. Michele Cuzzoni
Bib-TS-008 - M. Cuzzoni, Tesi di Laurea e Progetto esecutivo, Recupero del complesso parrocchiale di s. Antonino Martire in comune di Torrazza Coste, edito in proprio, Sannazzaro de' Burgondi, 2000 / 2002
Bib-TS-068 - Nuovo Colombo, Manuale dell'Ingegnere, Ed. Hoepli, 2002
Bib-TS-445 - Prof. arch. C.R. Romeo, (L') Approccio metodologico al progetto di restauro attraverso l'analisi di tre casi studio, Faenza, 1992
Bib-TS-477 - M. Cuzzoni, Progetto di Restauro del Complesso parrocchiale di Passalacqua in Comune di Tortona (AL), Progetto esecutivo, Edito in proprio, Sannazzaro de' Burgondi, 2003.

TOP