AREA I - ARTE TECNICO SCIENTIFICA (ATS)
Capitolo ATS.Q01: "Progetti di Integrazione di Concerti realizzati da Ing. Michele Cuzzoni" - Pagina 02

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2008, aggiornati il 21/04/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

 

Privacy Policy

 

 

Progetto - 2008: Parrocchia di S. Giovanni Bosco - Torino (TO)

 

INDICE:

 

Notizie storiche: dalle origini al 2007

 

Rare e scarne sono le documentazioni che parlino direttamente del campanile, la cui struttura originaria è parte integrante della costruzione della chiesa (1941); non esistono purtroppo immagini fotografiche che riprendano l’edificio interamente.

Il progetto originario vedeva in esso l’alloggiamento di tre campane (LA3, SI3, DO#4), dislocate su due finestre, ed è certo che attorno al 1943 due di esse, LA3 e SI3 erano sicuramente presenti così come si apprende dal volume “Ripristino delle Campane requisite per esigenze belliche o distrutte o asportate per fatti di guerra” edito da Tip. Poliglotta Vaticana, 1958.

Infatti nel testo è riportato che da questa chiesa furono asportate due campane: LA3 di kg 393,5 e SI3 di kg 286,5 affidate ai depositi della fonderia Crespi.

Rimase così la campana DO#4, da sola, come si scorge appena da un’immagine d’epoca (fig. 1), durante una delle numerose riparazioni che l’edificio dovette subire a causa dei pressanti bombardamenti.

Non è pienamente accertato se dopo i più gravi bombardamenti patiti dalla chiesa il campanile restasse in piedi oppure si danneggiasse: le testimonianze orali delle riparazioni sono contrastanti tra loro riguardo la mole dei danni subiti.

 

Fig. 1 – Riparazioni dopo un bombardamento

Fig. 2 – Periodo post bellico

 

 

Verso la fine degli anni ’40 del XX secolo, un’immagine di datazione incerta (fig. 2), consente la lettura del campanile dal cortile dell’oratorio con due campane, il DO#4 e una campana più piccola probabilmente un Fa#4 di recupero.

 Nel 1952 è noto che fu rifusa la campana maggiore che fu intonata in Si3 di kg 240 e fu mantenuta la campana Fa#4 di kg. 72, rimandando ad altra occasione il ripristino dell’apertura per l’installazione della terza campana prevista nel suo alloggiamento originario sotto la finestra attuale.

Fino al 2007 non risultano altri interventi compiuti per inserire la campana mancante, in quanto questo intervento fu posposto ad altri più urgenti.

 

INDICE

 

 

Ottobre - 2007

 

Ricorrendo ora il 50° Anniversario di erezione a Parrocchia, si intende portare a compimento il primitivo progetto alloggiando la terza campana (Re4 di kg 145).

 

INDICE

 

 

Progetto

 

Inserimento della terza campana nell’apposita finestra esistente previo allargamento del telaio. Per realizzare l’intervento, si previde quanto segue:

 

Fig. 3 - Dettaglio ceppo da revisionare

Fig. 4 - Terza campana Re 4

Fig. 5 - Dettaglio isolatore da cambiare

 

 

INDICE

 

 

18 marzo 2008

 

Parere favorevole della Soprintendenza ai beni architettonici di Torino.

 

 

INDICE

 

 

27 maggio 2008

 

Parere favorevole della Soprintendenza ai beni artistici ed etnoantropologici di Torino.

 

 

 

INDICE

 

 

15 marzo 2009

 

Progetto realizzato: ecco le tre campane che suonano, installate ed elettrificate dalla Ditta Trebino di Uscio (GE).

 
 
 
 
 

 

INDICE

 

 


Bibliografia


 
Bib-TS-000 - Testo di Ing. Michele Cuzzoni
Bib-TS-008 - M. Cuzzoni, Tesi di Laurea e Progetto esecutivo, Recupero del complesso parrocchiale di s. Antonino Martire in comune di Torrazza Coste, edito in proprio, Sannazzaro de' Burgondi, 2000 / 2002
Bib-TS-068 - Nuovo Colombo, Manuale dell'Ingegnere, Ed. Hoepli, 2002
Bib-TS-445 - Prof. arch. C.R. Romeo, (L') Approccio metodologico al progetto di restauro attraverso l'analisi di tre casi studio, Faenza, 1992
Bib-TS-446 - Immagini fotografiche della campana in Re4: Dott. Marco di Gennaro - Luglio 2007
 

TOP