AREA I - ARTE TECNICO SCIENTIFICA (ATS)
Capitolo ATS.H02: "Metallurgia" - Pagina 05

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2012, aggiornati il 21/04/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

 

Privacy Policy

 

 

Leghe di Rame

 

 

INDICE:

 

 

 

 

Rame elettrolitico rifuso (99.9%)

Tf = 1083°C

Rm = 23 MPa (ricotto)

Rp0.2 = 7 MPa (ricotto)

A% = 50 (ricotto)

HB = 40 (ricotto)

Rm = 50 MPa (incrudito)

Rp0.2 = 31 MPa (incrudito)

A% = 8 (incrudito)

HB = 80 (incrudito)

E = 125 GPa

 

    

 

INDICE

 

 

 

 

Ottoni del primo titolo, od ottoni alfa (Zn < 36%), sono adatti alla lavorazione a freddo (imbutitura e stampaggio)

• Ottoni del secondo titolo, od ottoni alfa-beta (36 < %Zn < 45), sono lavorabili a caldo.

E = 105 GPa

Intervallo di solidificazione esteso (rischio di liquazioni).

Resistenza alla corrosione analoga al rame puro.

 

 

INDICE

 

 

 

 

 

L’aggiunta di Sn aumenta la durezza, le proprietà elastiche e la resistenza in misura maggiore dello Zn ma ne abbassa maggiormente la malleabilità e la duttilità.

Particolarmente elevata è la resistenza alla corrosione dei bronzi allo stagno che giustifica il largo uso che veniva una volta fatto nelle costruzioni navali o per manufatti in contatto con atmosfere corrosive anche a elevata temperatura, o con liquidi corrosivi (soluzioni acide, petrolio …)

 

INDICE

 

 

 

 

L’aggiunta di Al fino all’11% comporta un aumento fortissimo della durezza e della resistenza meccanica.

Possono essere utilizzate sia allo stato di getto che dopo lavorazione plastica.

Sopra il 10% di Al appare la fase g dura ma fragilissima.

Sono caratterizzati da una elevata resistenza alla ossidazione e da una buona resistenza meccanica a caldo (fino oltre i 700°C)

 

INDICE

 

 

 

 

Denominate anche cupronichel (Ni< 30%), hanno una durezza ed un Rm che aumentano con il tenore di Ni, con la duttilità simile a quella del Cu e buona resistenza alla corrosione (specialmente in ambienti marini).

 

INDICE

 

 

 

 

Si usano solo leghe con un tenore massimo del 3,5% e, quindi, non sono possibili trattamenti termici. Le proprietà sono le stesse della soluzione solida a, ma con una enorme capacità di incrudimento per lavorazione a freddo.

 

INDICE

 

 

 

 

 

E’ possibile raggiungere elevatissime caratteristiche meccaniche (le maggiori raggiungibili con leghe di Cu). Be = 2-3%.

Tali caratteristiche si ottengono mediante tempra (ottenendo la soluzione solida a sovrassatura, duttile e malleabile) seguita da un rinvenimento con precipitazione dispersa della fase g.

Il ciclo di lavorazione dei bronzi al Be è il seguente:

• tempra di soluzione

• lavorazione a freddo (trafilatura, laminazione…)

• invecchiamento artificiale

 

    

 

INDICE

 

 

 

 

- OTTONE: lega Cu-Zn (Cu > 50%) con altri elementi a volte aggiunti

- BRONZO: lega Cu-Sn (Cu compreso fra 84 e 78%) con altri elementi a volte aggiunti (Zn, Pb, Ni, allora il Cu arriva fino al 65%)

- Bronzi all’alluminio (CUPROALLUMINIO), Bronzi al berillio, Bronzi al silicio

Si parlerà quindi di:

• Ottoni comuni

• Bronzi comuni e speciali

• Bronzi all’alluminio (Cuproalluminio)

• Bronzi al nichel (Cupronichel)

• Leghe speciali del rame

 

 

INDICE

 

 


Bibliografia


 
Bib-TS-010 - M. Cavallini, F. Iacoviello - Materiali Metallici - Francesco Ciolfi Editore, via E. De Nicola, Cassino
Bib-TS-011 - W. Nicodemi - Metallurgia - Masson, Milano
Bib-TS-012 - A. Cigada - Struttura e proprietà dei materiali metallici - Città Studi, Milano
Bib-TS-013 - Lucidi del corso di "Metallurgia" sono disponibili in formato pdf all’indirizzo: http://www.metallurgia.unicas.it
 

TOP