AREA I - ARTE TECNICO SCIENTIFICA (ATS)
Capitolo ATS.E02: "Fisiologia dell'Apparato Uditivo" - Pagina 04

Gli argomenti di questa pagina sono stati inseriti da Ing. Michele Cuzzoni nel 2009, aggiornati il 21/04/2016, e sono desunti dalla Bibliografia riportata a fondo pagina.

Voi siete il gradito visitatore n.° :

 

 

Privacy Policy

 

 

Il sistema uditivo

 

 

INDICE:

 

 

Anatomia e funzionamento dell'orecchio umano

 

L’orecchio è l’organo di senso che ci permette di sentire. Alcune precisazioni sono però necessarie:

INDICE

 

L’orecchio esterno

 

L’orecchio esterno è costituito dal padiglione auricolare e dal condotto uditivo esterno, un sottile “tubo” che termina in una membrana detta timpano. Le funzioni del padiglione auricolare sono di

Il condotto uditivo esterno ha un diametro di 7,5 mm e una lunghezza di 22-25 mm non sembra avere altra funzione che non sia quella di convogliare l’onda sonora verso la membrana timpanica. In realtà la lunghezza di tale condotto gioca un ruolo decisivo nel determinare la regione, in frequenza, di massima sensibilità uditiva. Con un rapido calcolo è facile mostrare che se si tratta il condotto come un tubo con una estremità aperta esso entra in risonanza alla frequenza di circa 2700 Hz (anche se poi, per la concomitanza di altri processi, la regione di massima sensibilità uditiva si colloca attorno ai 3800 Hz).

INDICE

 

L’orecchio medio

 

È costituito dalla membrana timpanica, da una struttura formata da tre ossicini (martello, incudine, staffa), da una seconda membrana che costituisce la finestra ovale, porta di accesso all’orecchio interno.

La catena degli ossicini: martello, incudine, staffa

INDICE

 

L’orecchio interno

 

Come già detto, ai fini del processo uditivo, le strutture fondamentali dell’orecchio interno sono:

Immagine schematica della coclea "srotolata"

La funzione di tale membrana è di entrare in oscillazione meccanica se sollecitata dall’onda di pressione del liquido cocleare, in modo non dissimile a quello di una corda pizzicata. L'apertura dell'elicotrema fa sì che l'onda di pressione si propaghi sia sopra che sotto la membrana basilare. La comprensione delle modalità di oscillazione di tale membrana in rapporto all’intensità, alla frequenza e alla composizione spettrale dell’onda sonora “catturata” dal padiglione auricolare, gioca un ruolo fondamentale nel meccanismo di trasduzione, che è il primo livello alla base della percezione dell'intensità, della percezione dell'altezza e del timbro dei suoni.

INDICE

 

Altre funzioni dell'orecchio

 

Vi sono due parti non direttamente coinvolte nel processo di percezione dell'onda sonora. esse sono:

 

INDICE

 

 


Bibliografia


 

Bib-TS-069 - Il documento è tratto dal sito fonte originario: http://fisicaondemusica.unimore.it

Licenza Creative Commons: Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 - Italia

 

TOP